Google

Novità: i Google+ shares non migliorano il ranking

Google-Share-button
0

Un recente studio della Stone Temple Consulting, ha evidenziato che l’installazione e l’utilizzo nei blog del noto pulsante Google+ Shares, non incrementa in nessun modo il Search Ranking sui motori di ricerca.
La ricerca è reperibile sul sito della società al seguente indirizzo internet http://www.stonetemple.com/measuring-google-plus-impact-on-search-rankings/

Per capire le motivazioni che hanno spinto la Stone Temple Consulting a cimentarsi in tale lavoro, dobbiamo fare qualche passo indietro.

I ricercatori della Stone Temple Consulting, decisero di portare avanti i loro studi dopo aver letto due precedenti ricerche effettuate rispettivamente dalla Searchmetrics http://www.searchmetrics.com/en/services/ranking-factors-2013/ e dalla Moz http://moz.com/blog/ranking-factors-2013 . La Searchmetrics e la Moz avevano infatti annunciato nel giugno del 2013, di aver riscontrato un’incredibile correlazione positiva tra l’utilizzo del pulsante Google +1s e l’alto ranking sui motori di ricerca.

Anche l’ingegnere di Google, Matt Cutts, dopo la lettura dei due studi Searchmetrics/Moz, decise di scovare le prove che quanto affermato non corrispondesse a verità. L’ingegnere esplicitò tale parere sfavorevole sul sito internet di Searchenginewatch, e scrisse due interessanti articoli reperibili qui http://searchenginewatch.com/article/2290337/Matt-Cutts-Google-1s-Dont-Lead-to-Higher-Ranking e qui http://searchenginewatch.com/article/2291402/Correlation-Causation-Coincidence-in-SEO .
Cutts attraverso i suoi due articoli critici avviò un acceso dibattito, e mise in evidenza le differenze sostanziali che passano fra i concetti di correlazione, causa e coincidenza.

Alla luce delle iniziali ricerche con parere favorevole delle società Searchmetrics/Moz e della critica sfavorevole dell’ingegnere di Google Matt Cutts, il team della Stone Temple Consulting maturò dunque l’idea di condurre lo studio sull’impatto nella indicizzazione ed il ranking nei motori di ricerca attraverso l’utilizzo del pulsante Google+ Shares. I risultati ai quali i ricercatori sono arrivati lasciano poco spazio al dubbio. Essi affermano in maniera perentoria che l’installazione e l’utilizzo sui blog del pulsante di condivisione incriminato, non influenza positivamente in nessun modo il ranking nei motori di ricerca. Secondo i ricercatori dunque l’ingegnere Matt Cutts aveva ragione.

You may also like
matt-cutts-panda
Matt Cutts su Google Panda: il segreto è avere contenuti di qualità
Quanto bisognerebbe spendere in servizi SEO?

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>