I propositi SEO per un 2014 di successo

I buoni propositi non finiscono mai, così come la necessità e la voglia di apprendere e migliorarsi in continuazione. All’inizio dell’anno, in particolare, chi opera in chiave SEO è chiamato a confrontarsi con se stesso e con le azioni da mettere in campo. Lo scadere di 12 mesi e l’inizio d’un nuovo ciclo sono la miglior occasione per mettersi in discussione, rivedere le strategie, gli obiettivi e le tecniche in ottica SEO, spesso già rodate ma sempre da aggiornare. Riuscire a far meglio significa aumentare le possibilità di successo.
Occhio, tanto per cominciare, alle numerose informazioni che è possibile ottenere navigando sulla rete. Troviamo ricerche e articoli redatti dagli esperti del mercato ed è possibile comprendere meglio i comportamenti dei consumatori e dei frequentatori assidui della Rete. È inoltre opportuno cercare e valutare con attenzione le novità, le proposte e le strategie dell’industria stessa. Farsi un’idea precisa sulle richieste del mercato e saperle prevedere, è fondamentale per chi opera in modo orientato ai motori di ricerca. Se c’è una domanda, infatti, va soddisfatta. È a partire da quella che si muovono tanto i motori quanto le ricerche degli utenti del web.
Un suggerimento assai diffuso e condiviso dagli esperti dell’universo SEO riguarda almeno due aspetti pratici.
Il primo consiste nel guardare con attenzione, giorno per giorno, alle possibili novità e alle indicazioni fornite dai motori di ricerca. Per questo, lo stesso Google può essere interrogato. Risorse quali Search Engine Land e Search Engine Watch sono, a loro volta, punti d’osservazione privilegiati e ricchi sui diversi motori di ricerca. È anche importante, e siamo a un secondo suggerimento, mettere a punto un feed Rss delle proprie risorse favorite. In questo modo, a inizio giornata, quasi leggessimo il giornale al bar, potremo dare uno sguardo approfondito a quanto si muove e si evolve nel mondo, tra ricerche, piattaforme social, siti d’informazione.
Importantissimo, poi, tenere in considerazione una previsione largamente condivisa: il 2014 sarà l’anno del definitivo sorpasso dei dispositivi mobili. Un sito web ottimizzato per i dispositivi mobili è una necessità ormai impellente.

Postato il da Chiara Como in In Evidenza 1 commento

Risposta I propositi SEO per un 2014 di successo

  1. Pingback: Spammy SEO: è corretto utilizzarlo? | Content Marketplace

Aggiungi un commento