Google Web Marketing

Authority e PageRank per Google Panda

0

Cos’è un Authority site?
Non possiamo parlare di Panda senza una conoscenza di base dell’ Authority. In SEO, come in qualsiasi settore tecnico, ci sono un sacco di termini specifici che spesso vengono usati . Una di queste parole è “authority”: qual è il suo significato preciso?
A differenza di “PageRank”, che si riferisce ad un valore numerico, “authority” è un termine più nebuloso e più difficile da definire. Prima di tutto, non esiste una vera definizione di questo termine, dobbiamo imparare a capire il suo valore in base all’analisi del suo impatto.
Dobbiamo essere in grado di valutare o meno se un sito è “low authority” oppure “high authority”. Google in realtà non ci fornisce questo dato in maniera diretta, dobbiamo ricavare questa informazione osservando il trattamento riservato al sito dal motore di ricerca. Si tratta dunque di un valore che si può solo stimare e deriva dall’osservazione, come molti altri dati del resto.
L’ottimizzazione SEO è un’arte, più che una scienza. Perché? Beh, una scienza dispone di un metodo e sviluppa delle formule - come in una ricetta, che infatti può essere duplicata. Molti si aspettano che la SEO funzioni nello stesso modo, ed in un certo senso è vero. Un insieme di azioni, una serie di strumenti, un sistema per fare SEO possono sicuramente essere duplicati. Ma alcuni dei meccanismi più sottili della SEO - in realtà il fondamento della SEO – si basano sull’osservazione e la valutazione, che non sempre sono così facili sotto alcuni aspetti. L’Authority site non fa eccezione.
Che cosa significa esattamente essere un’ Authority site?
Prima di cercare di definire il termine, è importante capire perché l’authority è così importante. Perché si cerca di far diventare il proprio sito un’ authority site? Per Google authority è sinonimo di “rispetto” e “fiducia”. Prendiamo un caso esemplare: un sito come CNN.com è chiaramente un authority site. Google ha fiducia in loro, e questa fiducia comporta moltissimi vantaggi. I loro post vengono immediatamente indicizzati. I loro link in uscita hanno un valore alto, e questo significa che i loro business model ne beneficiano. Hanno una spinta nel ranking “solo” grazie al fatto di essere chi sono, e quindi alla loro autorevolezza. Questo comporta una lunga scia nei ranking e molto traffico gratuito, senza linkbuilding.
Molti dei benefici dell’ authority sono difficili da definire con precisione, ma tramite un’attenta osservazione possiamo ipotizzare che, anche se non esiste una definizione “pubblicamente valida” o un equivalente numerico dell’authority, Google ha alcuni sistemi interni di monitoraggio del concetto. Ce ne accorgiamo ogni giorno dai comportamenti dei SEO - in classifica, nella pubblicazione dei contenuti, nella loro indicizzazione e in molte altre cose.
Non confondiamo l’Authority con il PageRank
Il PageRank, è sicuramente una componente di un authority site, ma è non valuta il sito in sé, è infatti la valutazione matematica o scientifica di una pagina (non del sito). Tanti si confondono su questo aspetto fondamentale del PageRank. Il PageRank, come suggerisce il nome, è un calcolo sul livello delle pagine, e non del sito o deel livello di dominio.
Il PageRank è davvero uno degli aspetti fondamentali dell’algoritmo di Google, ed è stato la premessa per la sua creazione, così come è stato un mezzo derivato per determinare con un valore numerico l’importanza di ogni pagina. Ciò è vero ancora oggi, in una certa misura.
Il PageRank si basa sui link in entrata e uscita di una pagina e sul loro valore, e assegna un valore numerico a quella pagina, tra PR N / A e PR10, indicando la sua importanza. Nel caso ve lo stiate chiedendo, Google non è l’unico PR10 – voce che invece è molto diffusa. Non ci sono certo tante pagine PR10, ma ce ne sono altre. Facebook.com, per esempio, è un PR10, e ce n’è solo un’altra manciata. Ma, solo per darvi un’idea, anche Apple.com e Adobe.com sono solo PR9.
Il PageRank è ancora oggi utilizzato, ma non è così importante come in passato. Alla nascita di Google il PageRank è stato uno dei principali fattori ad influenzare la posizione di un sito nelle SERP. Oggi è solo uno in mezzo a un paio di centinaia di fattori e, pur essendo ancora rilevante, non è tanto importante quanto una volta. Comunque non lasciatevi ingannare da coloro che vi diranno che preoccuparsi del PageRank è ormai privo di senso: niente di più sbagliato.
Il PageRank ha ancora il suo peso quando si tratta di link e linkbuilding. Questo è il motivo per cui ci sono così tante reti linkbuilding che si concentrano sul PageRank. La creazione, il possesso e la gestione di queste reti comporta fatica e costi elevati, ma porta dei risultati più che soddisfacenti.
Definizione di Authority-Cosa ne dice Panda?
Se volete sapere come Google valuta l’autorevolezza di un sito, queste sono le domande che dovete porvi, pagina per pagina:
Voi vi fidereste delle informazioni fornite in questo articolo?
Questo articolo è scritto da un esperto o da un appassionato che conosce bene l’argomento, o è di natura superficiale?
Ci sono duplicati del sito, contenuti che coincidono con altri, articoli ridondanti sugli stessi argomenti o su argomenti simili con varianti nelle parole chiave, solo leggermente diverse?
Vi fidereste di dare i dati della vostra carta di credito a questo sito?
Gli articoli presentano errori ortografici, stilistici o concetti errati?
Gli argomenti proposti si basano sugli interessi genuini dei lettori del sito, oppure il sito genera i contenuti cercando di indovinare cosa potrebbe posizionarlo meglio nei motori di ricerca?
L’articolo fornisce contenuti e informazioni originali, report originali, ricerche originali, analisi originali?
La pagina fornisce un valore sostanziale rispetto ad altre pagine comparse nei risultati di ricerca?
Quanto controllo di qualità viene fatto sui contenuti?
L’articolo descrive tutti gli aspetti di un fatto, di una storia?
Il sito è un’autorità riconosciuta sull’argomento trattato?
I contenuti sono mass-produced o sono affidati ad un gran numero di creator esterni, oppure sparsi in una vasta rete di siti, cosicché le singole pagine o i siti stessi non ottengono altrettanta attenzione o cura?
L’articolo risulta curato o appare sciatto e prodotto frettolosamente?
Per una health related query, vi fidereste delle informazioni di questo sito?
Riconoscete questo sito come una fonte autorevole quando ne sentite il nome?
Questo articolo fornisce una descrizione completa ed esaustiva del tema trattato?
Questo articolo contiene analisi approfondite o informazioni interessanti che vanno oltre l’ovvio?
Su questo il tipo di pagina mettereste un segnalibro, la condividereste con un amico, o la raccomandereste?
Questo articolo presenta un numero eccessivo di annunci che distraggono o interferiscono con il contenuto principale?
Vi aspettereste di vedere questo articolo in una rivista cartacea, un’enciclopedia o un libro?
Gli articoli sono brevi, inconsistenti, o comunque privi di specifiche utili?
Le pagine sono prodotte con cura e attenzione ai dettagli?
Gli utenti si lamenteranno vedendo le pagine di questo sito?
Queste informazione sono prese da http://www.googlewebmastercentral.com

You may also like
Cross-Channel
Il Buzz e i Social Media: come costruire strategie Cross-Channel
content-marketing
Consigli per il content marketing nel 2015

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>