Article Marketing

4 Techiche SEO B2B da non perdere di vista!

ottimizzazione-seo
0

Per avere un buon posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca e sui social media è necessario portare avanti 4 piccole tattiche, da tenere sempre a mente anche quando alcune di esse sembreranno ampiamente avviate:
1) Analizzare le keyword (parole chiave) maggiormente richieste dagli utenti
2) Predisporre la realizzazione di testi per la propria piattaforma o i social in ottica SEO
3) Definire le corrette strategie per la realizzazione di un blog aziendale
4) Coordinare tutti i contenuti

Solo in questo modo si potranno realizzare dei veri e propri contenuti di qualità e aumentare così la quantità di click. Grazie a contenuti altamente qualificati e popolari si potrà ottenere anche un buon tempo di sosta, all’interno del proprio sito, dell’utente e, in alcuni casi, anche una conversione di quest’ultimo che raggiungerà gli obiettivi da voi prefissati.
Questi dati potranno essere facilmente consultati attraverso Google Analytics.
E’ bene non imbrogliare. Infatti da poco Google ha lanciato la sua nuova invenzione ‘Google Hummingbird’, nato come ‘agente di pulizia’, ma rivelatosi meno invasivo e preoccupante di quanto previsto. L’algoritmo basato su una attenta ricerca semantica e sulla conversational search ha come fine quello di soddisfare, ancor di più le richieste dei propri utenti. Per questo motivo è bene seguire i 4 punti suddetti. Non basta più dunque improvvisarsi SEO. Per poter veramente ottenere l’effetto desiderato, cioè la conversione da visitatore ad utente, è necessario che la propria piattaforma abbia contenuti accattivanti, che attirino e informino allo stesso tempo. Questi content devono essere, però, pianificati, facendo sì intravedere uno studio di brand dietro di essi.
Ciò deve avvenire non solo sul proprio sito web, ma anche sui diversi canali social che vengono gestiti. Particolare attenzione deve essere prestata a Facebook. Il 93% del tempo passato sui social network è su Fb. Ci si deve quindi orientare su ‘impressioni visibii’ e non più sulla quantità di quest’ultime. E’ necessario dunque una interazione con gli utenti per poter salire effettivamente sui motori di ricerca e sui social media.

ottimizzazione-seo

You may also like
content-is-king
Capitolo 2: Contenuto e fattori che influiscono sul posizionamento
shutterstock_391013
Web Writers abbandonati, ecco la soluzione

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>