In Evidenza

Quali Webmaster Tools vorresti per il tuo 2014?

0

Diversi anni fa, è stato chiesto agli utenti di un blog quali fossero gli strumenti gratuiti – i cosiddetti Webmaster Tools – che avrebbero voluto vedere disponibili su Google. Rileggere ora quei dati fa un certo effetto, poiché la maggior parte delle richieste è stata esaudita. Oggi, per esempio, l’utente viene avvisato in tempo reale delle azioni anti spam in atto e ha chi si interessa direttamente al suo sito. Non solo: di recente è stata lanciata un’iniziativa volta a migliorare la sicurezza dei siti web, grazie anche alle nuove risorse disponibili. Sono stati inoltre migliorati i backlinks che rimandano a editori e proprietari dei contenuti web. Negli anni, è stato implementato un apposito sito web la cui funzione è spiegare nel dettaglio all’utente come avviene la ricerca e cosa ha portato oltre 500 video di diversi web master a raggiungere quindici milioni di visualizzazioni. Quali sono dunque i Webmaster Tools, gli strumenti gratuiti per blog/siti che gli utenti desiderano per il 2014? Le idee in merito sono molteplici. Tanto per cominciare, sarebbe bello rendere più facile e veloce la rivendicazione dei diritti di paternità di un contenuto. Quindi andrebbero migliorate le funzioni relative alla segnalazione di spam, bug, errori e dei problemi che si riscontrano con più facilità. Un’idea è quella di impiegare in tal senso gli utenti che più velocemente – e con criteri validi – segnalano contenuti spam, fornendo alle loro segnalazioni una corsia preferenziale. Un altro strumento davvero valido sarebbe costituito dalla possibilità di scaricare le pagine web che Google possiede del vostro sito, in modo tale da essere protetti nel caso di guasti del disco rigido o virus che mandino all’aria l’intero sistema, distruggendo tutti i contenuti. In molti troverebbero utile istituire una funzione che periodicamente fornisca suggerimenti su come migliorare la propria pagina o la velocità di caricamento dei contenuti, facilitando al contempo le segnalazioni relative alla storia della pagina, cioè dove quel contenuto è apparso precedentemente. Altre idee sono quella di mostrare le pagine non convalidate, quelle dai collegamenti interrotti (il famoso 404), in modo tale che i proprietari di tali link pongano riparo all’errore. Le idee, dunque, sono moltissime, ma è necessario lavorare ancora a lungo per realizzarle tutte quante.

You may also like
Mal di Google
link-building-for-blogs
“Il Link Building non è morto”
1 Comment

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>