Google

Matt Cutts: pochi contenuti duplicati non vi penalizzeranno

contenuti-duplicati
0

Matt Cutts, capo della direzione Anti-Spam di Google, è solito comunicare frequentemente con gli utenti e le aziende tramite video e tweet. Temi del suo ultimo video sono i contenuti duplicati presenti sul web, il modo in cui Google li gestisce e in che misura possono interferire con il Rank della pagina. Matt Cutts spiega come sulla rete la percentuale di contenuti duplicati arrivi addirittura al 25-30%. Questo significa che un quarto di tutte pagine presenti su internet ripetono gli stessi concetti. Non c’è comunque da allarmarsi perché non sempre un contenuto copiato rappresenta spam. La rete è infatti piena di citazioni riportate su un sito e che rimandano alla pagina di partenza e pertanto non rappresentano un problema. Quindi non è la totalità dei contenuti duplicati ad essere trattati da Google come spam. D’altro canto, per presentare al navigatore solo contenuti di qualità ed originali, solo uno tra i siti che presentano contenuto uguale sarà indicizzato nella SERP (pagina dei risultati della ricerca). Matt Cutts asserisce che tutte le pagine con uguale contenuto vengono accorpate in un gruppo, dopo di che sul motore di ricerca sarà possibile visualizzare solo la migliore tra queste. Per tale motivo, l’atteggiamento di Google non è da considerare una vera e propria penalizzazione per aver copiato, ma semplicemente un voler evitare all’internauta di trovarsi di fronte ad una SERP in cui cambia soltanto il nome della pagina ma che restituisce sempre lo stesso contenuto. Viene invece trattato come spam il comportamento invasivo di duplicaggio eccessivo. Se un sito si limita esclusivamente a copiare in maniera massiccia da varie fonti sparse nel web, sta assumendo un atteggiamento ingannevole ed anche piuttosto inutile. Se non si aggiunge valore alla SERP, dunque, Google si riserva il diritto di penalizzare pesantemente questi comportamenti scorretti.

contenuti-duplicati

You may also like
Searcher Personas: una novità nel mondo del SEO
Reputation-Managemen
Link Building nel 2014: obiettivo costruire Brand & Reputation

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>